COS' E' LA FITOTERAPIA?

Postato in Piante Officinali.

fitoterapiaCurarsi con la Fitoterapia

L’uso delle piante medicinali a scopo curativo, altrimenti detto fitoterapia, è vecchio come il mondo. Notizie a questo riguardo si possono trovare nelle civiltà di tutti i continenti. Ma, mentre in Oriente è da sempre ampiamente diffuso, in Occidente è stato da tempo pressoché sostituito dai farmaci di sintesi.
Negli ultimi decenni, però , si è assistito a un rinnovato interesse per le piante medicinali nell’ambito di una maggiore attenzione nei riguardi della salute, intesa come un generale stato di completo benessere fisico e mentale e non solo come assenza di malattia.


Per tal motivo oggi la fitoterapia viene intesa come una vera e propria disciplina che si occupa dello studio delle piante e delle loro proprietà per l’utilizzo in preparati medicamentosi.
Uno specifico Diploma di Laurea permette, a chi lo desidera, di studiare sistematicamente tale disciplina e diventare un esperto in grado di lavorare in questo campo nei negozi specializzati, nelle erboristerie o nelle farmacie 

Oggi quindi, chi si rivolge ad un erboristeria, sa che in linea generale, chi vi opera, non è un improvvisato conoscitore delle piante , ma una persona preparata che può consigliare e cercare di risolvere i problemi che vengono sottoposti.

Ma cosa rende una pianta utile nei vari disturbi?

Ogni pianta medicinale possiede un principio attivo più energico e altri secondari.

L’azione della pianta nel trattamento di un disturbo, è resa più completa e duratura in virtù di un sinergismo esistente fra i principi secondari e quello principale, il cui intervento non viene modificato, ma potenziato.

Tale regola di sinergismo viene tenuta in considerazione anche nella preparazione delle miscele, in cui si sceglie una pianta ad azione specifica e se ne affiancano altre le cui proprietà rinforzano quelle della pianta principale.

Oggi con il crescente uso ed interesse della fitoterapia si è arrivati in alcuni casi, ad un utilizzo “fai-da-te” della pianta curativa, che se non utilizzata attentamente può divenire dannosa.

Ciò è avvenuto poiché la cura con prodotti naturali è stata spesso accostata all’idea che essi non abbiano effetti collaterali. In realtà una qualunque sostanza che agisce come farmaco per curare deve spostare equilibri e quindi ha sia effetti collaterali sia controindicazioni e soprattutto interazioni con farmaci classici.

Perciò è bene ricordare che l’uso della fitoterapia a scopo preventivo e curativo è un ottima arma a nostro favore, ma deve essere usata con la guida di un esperto, per evitare che si possano creare danni organici sia in acuto che in cronico.

In presenza di deficit immunitari LA FITOTERAPIA AIUTA!

Alcune piante e certi funghi posseggono un attività immunostimolante, dovuta alla presenza di componenti come polisaccaridi, peptidi, alcaloidi, saponine, alchilamidi ecc...

La loro principale applicazione è nella prevenzione e nel trattamento di infezioni non complicate del tratto respiratorio superiore, di sindromi influenzali e di infezioni ricorrenti dell’apparato urogenitale.

Le piante immunostimolanti determinano una stimolazione dei meccanismi immunologici di difesa aspecifica. Non trattandosi di una stimolazione specifica, non sono coinvoltele cellule della memoria immunologica, e quindi l’effetto è solo temporaneo e rende necessaria una somministrazione ad intervalli regolari per ottenere dei risultati.

Scritto dalla Dottoressa Martina Fiorentino - Erboristeriasarda.com

Entra per commentare

Articoli correlati